CHI SIAMO

Nata nel 2006, la Pubblica Assistenza Corbara è una Associazione di Volontariato dinamica e fortemente presente sul territorio.

L’ Associazione nasce per iniziativa di giovani “Corbarini”, i quali preso atto della vulnerabilità geo-fisica del loro territorio hanno scelto di mettersi al servizio della propria comunità.

Il 30 giugno 2008 viene censita nel Registro regionale del Volontariato della Regione Campania, e dichiarata associazione di pubblica utilità. Successivamente viene iscritta nel registro del Dipartimento Nazionale delle Protezione Civile.

Attualmente la P.A. Corbara o.n.l.u.s. conta 30 volontari (la maggior parte di età compresa tra i 14 e i 27 anni) ed appartiene ad un movimento nazionale che raggruppa circa 918 pubbliche assistenze, denominato A.N.P.AS.

Durante il primo decennio d’attività, la P.A. Corbara o.n.l.u.s. si è impegnata nella diffusione della cultura del volontariato operando sia a livello regionale, ma anche a livello nazionale.

A livello locale, l’Associazione rappresenta un punto di riferimento irrinunciabile, con cui si relazionano non solo le autorità amministrative, ma anche singoli cittadini.

L’impegno profuso dai volontari, e la continua collaborazione con gli enti locali hanno reso alla P.A. Corbara numerosi riconoscimenti ed attestati di stima.

Nel 2009, in seguito all’alluvione di Atrani, i nostri volontari sono stati appellati “Gli Angeli di Corbara.”

L’associazione opera in diversi campi: di natura sociale, assistenziale, formativa e di protezione civile, ed è impegnata nelle seguenti attività:

in riferimento al settore Protezione Civile, le attività svolte mirano ad un costante monitoraggio del Territorio, atto a prevenire eventuali calamità. Ma la vera opera è quella della Prevenzione, che viene svolta con continuità e metodologia in collaborazione con gli Uffici Tecnici, locali e non, del comune di Corbara.

Il monitoraggio d’inverno assume particolare rilevanza soprattutto in caso di piogge o nevicate a bassa quota.

D’estate, poi, A.I.B. Avvistamento Incendi Boschivi ed il Primo spegnimento degli stessi, diventano le attività principali in collaborazione con i Vigili del Fuoco, i Carabinieri Forestali e il settore Protezione Civile della Regione Campania.

In ambito sociale i volontari svolgono attività di collaborazione con il Comune di Corbara e il Banco alimentare di Salerno nella distribuzione di derrate alimentari.

Inoltre, presso la nostra sede, vengono effettuate misurazioni dei parametri vitali ad opera di volontari specializzati.

Il nostro impegno nel sociale continua con l’erogazione di un servizio per il trasporto disabili e persone con ridotta mobilità.

A livello formativo, numerosi gli eventi e le attività teorico-pratiche destinate, gratuitamente, alla cittadinanza; in particolare nel 2015, sono stati formati all’incirca 60 cittadini all’utilizzo del defibrillatore semiautomatico.

A livello nazionale, la P.A. Corbara O.n.l.u.s. ha partecipato ai tre principali eventi sismici degli ultimi 10 anni, ricevendo attestato di benemerenza.

Sisma Abruzzo 2009

Sisma Emilia 2012

Sisma Centro Italia 2016, ove un nostro contingente è giunto sul luogo dell’epicentro, Amatrice, durante le prime 24 ore.

 

I NOSTRI PRINCIPI

L’azione di Anpas si basa sul valore dell’uguaglianza: al primo livello le associazioni offrono la possibilità ai cittadini di sentirsi parte di un movimento, valorizzando le diversità, con un impegno collettivo a “rimuovere gli ostacoli […]” che ne limitino l’espressione (art. 3 Costituzione).

Anpas considera le sue associate senza distinzioni e privilegi facendo sì, ad esempio, che nel Consiglio nazionale tutti i Comitati regionali siano rappresentati attraverso almeno un delegato. La scelta di essere “associazione” e non “federazione” presuppone l’unione solidale tra associate, ovvero la reciproca responsabilità e affidabilità tra tutte le componenti del movimento e nei confronti del movimento stesso, dal momento che ogni singola pubblica assistenza, pur essendo libera di realizzare scelte autonome, deve essere consapevole delle conseguenze che tali scelte possano apportare all’intero movimento. Dimostrare che l’uguaglianza permane lungo tutto il percorso di una vita, consente di esaltare un altro valore fondante delle nostre associazioni: la libertà. Posso forse essere libero se non c’è uguaglianza.

La libertà genera autonomia non solo nel determinare le diverse vie che possono essere percorse, ma anche nello scoprire i nuovi bisogni e anticiparne le risposte. Autonomia non solo nelle scelte, ma come libera espressione della potenzialità e creatività di volontari e associazioni. Libertà come condivisione di esperienze e competenze provenienti da mondi diversi e come possibilità data a tutti di svolgere le proprie attività a prescindere dalla propria situazione e dai condizionamenti sociali e culturali.

La solidarietà (fraternità) concepisce la comunità come composta da persone tra le quali esistono legami, comunanza di obiettivi, di problemi, di azioni. È uno dei principi sui quali si fonda la Repubblica italiana, che la accoglie tra i principi fondamentali (l’art. 2 chiede a tutti i cittadini: «l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale») e su di essa basa i rapporti civili, etico-sociali, economici e politici tra i cittadini e tra essi e le Istituzioni. Per Anpas la solidarietà è attenzione alla persona nella sua interezza, vicinanza ai bisogni delle comunità e cura del territorio e dei beni comuni.

Dal ruolo attuale delle pubbliche assistenze e dalla storia del movimento discendono i principi e i valori di Anpas: Uguaglianza, fraternità (solidarietà) e libertà sono principi, legati alla rivoluzione francese e propri dello stato moderno, che caratterizzano l’identità del movimento e si traducono attraverso il volontariato di pubblica assistenza in un sistema etico che si riconosce nei valori di democrazia, gratuità, laicità, partecipazione sociale, mutualità, sussidiarietà.

Condividi